fbpx

Le fasce orarie per il consumo di energia elettrica

orologio-fasce-orarie

Le fasce orarie per il consumo dell’energia elettrica sono essenzialmente queste: la F1, la F2 e la F3. Conoscerle è ciò che serve per leggere bene la bolletta della luce e, soprattutto, per capire quando concentrare i consumi con l’intento di risparmiare energia e denaro. Vediamo in cosa consistono e a quali momenti della giornata corrispondono.

Un’importante premessa

La prima cosa da sapere è che le fasce orarie sono state elaborate considerando i periodi della giornata in cui la domanda di energia elettrica è più alta o più bassa. La domanda sale durante gli orari di ufficio, ovvero dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 19, e scende la sera e durante i festivi. La fascia più costosa è la F1 ed è quella che riguarda le giornate e gli orari lavorativi. Le altre fasce orarie sono meno dispendiose: la F3 prevede le tariffe meno care.

Le fasce orarie nel dettaglio

Fatta la suddetta premessa, possiamo andare a vedere nel dettaglio a quali momenti della giornata corrispondono le fasce orarie per il consumo di energia elettrica.

  • F1 – dal lunedì al venerdì, festività escluse, dalle ore 8 alle 19.
  • F2 – dal lunedì al venerdì, festività escluse, dalle ore 7 alle 8 e dalle 19 alle 23, e il sabato dalle 7 alle 23.
  • F3 – dal lunedì al sabato, dalle ore 23 alle 7, e tutta la giornata della domenica nonché i festivi.

Oltre a queste fasce orarie, all’interno della bolletta della luce si può trovare anche la fascia oraria F23. Questa riguarda tutti i giorni, lavorativi e festivi, dalle ore 19 alle 8, e comprende in essa sia la fascia F2 che la F3.